museo giuseppe verdi

Sulle tracce di Giuseppe Verdi e della sua musica

Se frequenti Salsomaggiore e sei un amante della lirica, o semplicemente desideri approfondire la conoscenza di Giuseppe Verdi e del suo contributo alla musica italiana, non devi lasciarti sfuggire l’occasione di un’escursione a Busseto e a Roncole Verdi, nella terra natale del grande compositore.

Bussetto dista appena 25 chilometri da Salsomaggiore, ed è un paese che, oltre alle memorie verdiane, vanta numerosi palazzi e chiese monumentali che vale la pena visitare. Busseto, per quanto sia un paese di poche migliaia di abitanti, può vantare un pafino al XVII secolo, quando la dinastia si estinse e le loro terre furono assorbite dal Ducato di Parma e Piacenza.

villa giuseppe verdi

 

Il Museo a Villa Pallavicino

Andando a Busseto, una tappa imprescindibile della visita è certamente Villa Pallavicino. Si tratta di una sontuosa ed elegante villa in stile rinascimentale, che nel XVI secolo i Pallavicino acquistarono per farne la residenza estiva. Dal 2009 ospita il Museo nazionale dedicato a Giuseppe Verdi.

museo giuseppe verdi

All’interno, le 27 opere musicate da Verdi sono rappresentate in un percorso storico che utilizza la riproduzione delle scenografie originali di Casa Ricordi e dei quadri dell’epoca, i tessuti pregiati dellʼ800 e ovviamente le musiche del Maestro. Il visitatore è immerso in un ambiente teatrale che offre suggestioni ed emozioni uniche. L’allestimento è stato curato dallo scenografo e regista Pier Luigi Pizzi, mentre le audio guide e i testi dei leggii sono stati curati dal critico Philippe Daverio. Il visitatore ha così l’opportunità di essere informato e suggestionati sull’epoca in cui visse Verdi, sui fatti e sui personaggi che hanno influenzato la composizione di opere che ancora oggi sono rappresentate in tutto il mondo.

casa giuseppe verdi

Altra tappa imprescindibile è la frazione Roncole Verdi, oggi così chiamata perché ha dato i natali al musicista. In via della Processione è possibile visitare la casa natale, trasformata in un museo, oggi arricchito da suggestivi effetti multimediali che consentono di rivivere l’atmosfera dell’infanzia di Giuseppe Verdi.

Se giunto a Roncole Verdi, hai bisogno di una sosta, ti consigliamo di sederti ad un tavolo del Caffè Guareschi, che è proprio quello che fece costruire nel 1957 lo scrittore creatore dei celeberrimi personaggi di don Camillo e Peppone. Se ami Guareschi e la sua saga del “Mondo Piccolo”, puoi fare anche un salto nel cimitero e rendere omaggio alla sua tomba. Il piccolo cimitero è di fianco alla chiesa di san Michele Arcangelo dove Giuseppe Verdi fu battezzato e dove è ancora conservato l’organo sul quale il musicista studiò da bambino.

Pronti per un’escursione a Busseto?

Visita la nostra pagina sui dintorni di Salsomaggiore Terme

Tags: , ,

Richiedi Informazioni

Richiedi Informazioni